rimedi naturali

Il Naturopata

Il Naturopata è un educatore del benessere che promuove uno stile di vita sano e in equilibrio con la natura.

Esercita in riferimento alla Legge 4/2013 sulle professioni non organizzate in ordini e collegi e secondo la NORMA TECNICA UNI ISO/IEC 11491:2013 è “un professionista che opera nei campi della salute per il ripristino della spontanea capacità di autoregolazione della persona, per l’educazione alla salute e per la riscoperta e valorizzazione delle risorse vitali proprie di ogni individuo in ambito sociale ed ambientale”.

Come lavora?

Il Naturopata valuta lo stato energetico del soggetto, secondo canoni che considerano l’aspetto costituzionale, il concetto di “forza vitale”, il flusso della stessa nell’organismo, le abitudini e lo stile di vita ed educa il soggetto a divenire responsabile del proprio benessere, mantenendolo possibilmente nel tempo.

Non attua prestazioni sanitarie e non prescrive farmaci, terapie mediche o esami clinici.

Il compito del Naturopata è di suggerire tecniche e prodotti (passibili di modifica secondo il parere del proprio medico o specialista) finalizzati al sostegno, al miglioramento e al mantenimento delle funzioni fisiologiche dell’individuo.

Il naturopata non sconsiglia di sospendere eventuali terapie farmacologiche né di sostituirle senza il consenso del proprio medico curante.

La suddetta norma tecnica, all’interno del Capitolo 4, relativo alla definizione dei compiti e attività specifiche della figura professionale del Naturopata, contestualizza i compiti, gli ambiti e le tecniche proprie dell’attività del Naturopata che si esplica nei seguenti settori fondamentali:

  • Valutazione non nosologica dello stato generale dell’individuo attraverso: classificazione costituzionale e di terreno, kinesiologia, strumenti bioelettronici, ecc.;
  • Educazione, in ambito personale (conoscere e gestire il proprio equilibrio sistemico indicando i comportamenti più idonei da seguire, stili di vita, alimentazione naturale, igiene, esercizio fisico, ecc.) e in ambito collettivo e ambientale (informazione sugli impatti ambientali, inquinamento, elettrosmog, sostanze nocive per la salute, ecc.);
  • Trattamenti: trattamento manuale bioenergetico, metodiche di riequilibrio energetico, tecniche di respirazione, di meditazione, di rilassamento.
  • Consigli di rimedi e consulenza sull’impiego di preparati, integratori alimentari, prodotti con qualità e caratteristiche naturali e salutistiche, come previsto dalla legislazione vigente. I consigli non riguardano medicinali e farmaci a scopo terapeutico.
tecniche naturali

Naturopatia

Il significato di Naturopatia deriva dal latino “natura” e dal greco “phatos” (empatia, sentimento) e significa “sentire secondo natura“.

La Naturopatia utilizza un approccio olistico (dal greco holos, cioè: tutto) alla salute: ogni individuo viene visto nella sua totalità, a prescindere dal singolo disturbo, e unicità, sulla base delle specifiche caratteristiche costituzionali.

L’uomo viene concepito come un essere che vive su più livelli: fisico, mentale, emotivo. Il benessere individuale è dato dall’armonia di tutti questi aspetti e dalla loro interazione con l’esterno e con l’ambiente che ci circonda. L’organismo è dotato di una grande forza di autoregolazione che, se stimolata, può permettere di mantenere l’equilibrio tra tutti questi elementi.

La Naturopatia è riconosciuta dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) come una disciplina salutistica che si fonda su un complesso di molteplici metodologie e tecniche naturali non invasive che mirano a promuovere la salute e la buona qualità della vita riequilibrando il sistema psico fisico/emozionale e di stimolare le capacità innate dell’essere umano di autoregolazione.

La Naturopatia non si propone di sostituire la medicina ufficiale ma piuttosto di agire come complemento ad essa quale metodo di sostegno alla salute e di sviluppo delle proprie risorse energetiche.

L’articolo 32 della Costituzione italiana sancisce la tutela della salute come un fondamentale diritto dell’individuo ed interesse della collettività, accogliendo i principi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nella legge n° 833 del 1978 la quale, in fatto di promozione della salute, definita chiaramente fisica e psichica, sottolinea l’importanza della prevenzione come supporto al benessere generale dell’individuo e sostiene inoltre la necessità di formare una “moderna coscienza” di cura della salute sulla base di una adeguata educazione del cittadino e della comunità.

Nel 2010 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato un documento dal titolo “Benchmarks for Training in Naturopathy” in cui ha evidenziato come le Medicine Tradizionali e Alternative Complementari siano sempre più utilizzate in moltissimi paesi del mondo, e vista la loro comprovata efficacia, siano progressivamente riconosciute da sistemi sanitari nazionali ed inserite nell’elenco dei metodi e dei rimedi utili alla tutela ed al miglioramento della salute e del benessere delle persone.